E’ sempre una questione di...Vulcani

IMG 4371

Dal Teide all’Etna, la vita di Eduardo ruota tutta intorno ai vulcani. Nato a Santa Cruz di Tenerife nel 1982, appena trentenne inizia a lavorare per Arianna Occhipinti (SITO) e successivamente come Enologo nella Cantina Passopisciaro (SITO).

Da quando ha imparato a camminare non ha mai saltato una vendemmia. Fin da piccolo infatti ha sempre fatto vino, con il papà e il nonno. Da grande decide di studiare, prima come ingegnere agricolo, poi come enologo.

Dal 2014 inizia la storia del “Foresto sull’Etna”, ma che nasconde dentro di se un’anima molto simile agli agricoltori etnei. Tante sono le similitudini: terreni, clima, altitudine e viticultura contadina, sono solo alcuni degli aspetti accordanti.

IMG 0658

VIGNE E VERSANTE NORD 

Una delle cose più interessanti è l’attenta selezione delle vigne. Eduardo infatti inizia prendendo in affitto alcuni appezzamenti, tutti disposti tra Randazzo, Passopisciaro, Solicchiata e Linguaglossa.

Il paesaggio vitivinicolo è uno tra i più suggestivi che si possano incontrare. Sedimenti di colate laviche, vigne ad albarello, terrazzamenti di pietra lavica, con sullo sfondo la maestosità del vulcano.

Il Versante Nord è la zona più riconosciuta e più importante per la produzione di vino. Questo è dato dall’unicità del microclima presente. Il Parco dei Nebrodi funge da protettore del Versante Nord, creando correnti fresche e mai aride. Il microclima presente, permette alle uve di raggiungere la miglior maturità nel giusto tempo e ai vini di mantenere grandissime acidità e finezze.

Il vero valore aggiunto del Versante Nord, sta proprio nell’unicità del suo microclima, dove terra, aria, fuoco e acqua sembrano fondersi per fornire agli artigiani come Eduardo, il terreno migliore dove poter lavorare

FullSizeRender

I VINI E LE VINIFICAZIONI

Tre sono i vini prodotti da Eduardo. Il Versante Nord Rosso e il Versante Nord Bianco sono prodotti con il concetto dei “village” in Borgogna e derivano da diverse vigne poste su differenti altitudini, vinificate separatamente e successivamente assemblate. Le vigne sono di età compresa tra i 40 e 50 anni, alcune ad alberello.

Il Pirrera Vino di Contrada deriva invece da una singola vigna posta a 850 metri di altezza nella contrada Sciaranuova. Il nome Pirrera prende il nome da un’antica cava situata nelle vicinanze. Qui le vigne sono quasi in totalità allevate in alberello di Nerello Mascalese più una piccola percentuale di altri vitigni autoctoni gestiti promiscuamente.

Le vinificazioni sono gestite in alcuni casi a grappolo intero, come per il Pirrera, mentre in altre a uva diraspata.

Le macerazioni sono controllate attentamente per non eccedere con le estrazioni e scongiurare le note amare con il quale si potrebbe andare in contro.

L’imbottigliamenti e i travasi vengono effettuati seguendo il calendario lunare, e la solforosa è utilizzata solo in caso di necessità.

  • Versante Nord Rosso 2016

Vitigni: 80% Nerello Mascalese, 20% Nerello Capuccio, Alicante e Grenache

Vinificazione: Uva in parte diraspata. Fermentazione in cemento con macerazione per 15 giorni. Affinamento in botte grandi da 7.5hl per due inverni

Suoli: Vulcanici. Altitudine tra 450-600 metri

  • Versante Nord Bianco 2017

Vitigni: 60% Minnella, 40% Catarratto, Carricante, Coda di Volpe, Grecanico e Inzolia

Vinificazione: Uva diraspata. Fermentazione in cemento con macerazione sulle bucce per 2 giorni. Affinamento in botti usate

Suoli: Vulcanici. Altitudine tra 500-650 metri

  • Pirrera “Vino di Contrada” 2016

Vitigni: 80% Nerello Mascalese, 20% Francesina, Minnella Nera, Nerello Cappuccio

Vinificazione: Grappolo Intero. Fermentazione in cemento con macerazione per 15 giorni , affinamento botti grandi

Suoli: Vulcanici. Altitudine 850 metri

foto eduardo

I vini di Eduardo non seguono standard di produzione, ma solo il suo istinto e le sue sensazioni. I suoi, sono vini di aggregazione, da bere rigorosamente in compagnia

Ed è proprio da questa necessità che nasce 
TERRE il nuovo progetto sulla distribuzione di vitigni autoctoni italiani

I succhi del vulcano di TERRE le trovi QUI

Per ottenere maggiori informazioni scrivi a => Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin It